ScambioCasa.com si presenta il 9 Aprile a Milano

Nell’epoca della sharing economy non poteva mancare la presentazione di ScambioCasa.com

Il 9 Aprile a Milano presso la prestigiosa sede del Touring Club Italiano di Corso Italia si terrà l’evento di presentazione alla stampa di ScambioCasa.com.

La rete internazionale HomeExchange.com, che in Italia opera con il nome di Scambiocasa.com, è attiva dal 1992, quando il suo fondatore Ed Kushins, appassionato viaggiatore, ebbe l’idea di creare una piattaforma online per favorire, tra le persone interessate a viaggiare in modo diverso e consapevole, lo scambio di case in tutto il mondo.

Da allora, l’organizzazione ha favorito oltre 1 milione di scambi casa e, a oggi, i soci sono più di 63000, presenti in oltre 150 Paesi.

ScambioCasa rappresenta un modo nuovo e originale di viaggiare e conoscere il mondo perché consente di entrare in contatto diretto con culture diverse, senza barriere o intermediazioni.

I soci di ScambioCasa, stabiliscono, attraverso poche ma puntuali regole, una sorta di “contratto di scambio”  che consente di conoscere e apprezzare realtà diverse, con il beneficio di un assoluto contenimento dei costi.

 before and after thumb

Lo scambio di casa, infatti, non costa nulla ai soci. L’unica spesa è costituita dall’iscrizione all’organizzazione, che annualmente consiste in € 130, che garantisce un’assistenza totale sull’esperienza in atto e un corretto rapporto tra e con i soci stessi.

L’organizzazione, che ha una diffusione internazionale, gestisce diversi siti internet in 15 lingue ed è sempre disponibile a sostenere e orientare i soci per le varie necessità.

Tra i 150 Paesi che aderiscono all’iniziativa, l’Italia è sicuramente uno dei Paesi più ambiti così che un socio italiano che abita in un “normale” appartamento in città può essere gratificato, nello scambio, dell’opportunità di usufruire di location di grande prestigio in Paesi di grande fascino e interesse.

invito

 

Nato nel 2000, Scambiocasa.com è il referente italiano di HomeExchange.com, che oggi conta più di 2700 appassionati di scambio casa e di ospitalità, e il cui numero è in continua crescita.

Secondo i numeri di HomeExchange.com l’Italia è una tra le mete europee preferite dagli altri “home exchangers”: il Bel Paese, infatti, registra circa 4200 preferenze, posizionandosi al secondo posto dopo la Francia, con 5153 preferenze, e prima della Spagna, con 3026 preferenze, del Regno Unito, con 2968 preferenze, e della Germania, con 1201 preferenze.

Se per l’Italia la domanda di scambi casa ha già raggiunto numeri significativi in continua evoluzione, anche le cifre che riguardano l’offerta sono in crescita: a fine 2012, gli iscritti a ScambioCasa.com erano più di 2000, ripartiti tra Lazio, Toscana, Lombardia, Veneto, Sardegna ed Emilia Romagna, con migliaia di possibilità abitative tra cui poter scegliere in tutta la penisola.

I soci che scelgono ScambioCasa.com possono contare, inoltre, sul sostegno attento e costante di un referente in Italia, responsabile dell’assistenza clienti e disponibile tutti i giorni, dalle 14 alle 18: una garanzia di affidabilità e sicurezza, che accompagna gli utenti in ogni momento. In Italia le destinazioni sono varie e tutte interessanti: dal mare delle isole, Sicilia e Sardegna, a quello della Puglia e della Calabria, dai capoluoghi italiani come Napoli, Roma, Firenze e Milano, alle località montane più note come Cortina d’Ampezzo o Courmayer.

Una recente ricerca, svolta dall’Università di Bergamo sul fenomeno dello “scambio-casa” ha evidenziato che gli aderenti a questo tipo di viaggio/vacanze hanno un elevato livello di istruzione, sono molto interessati al patrimonio culturale e a quello ambientale, amano prepararsi il cibo in casa senza però disdegnare qualche esperienza nei ristoranti locali e sono soddisfatti nella misura del 93% agli scambi casa effettuati e all’esperienza umana vissuta.

ScambioCasa è un modo originale e divertente per viaggiare e scoprire il mondo fuori dagli schemi usuali dei viaggi organizzati in alberghi o in residence, consentendo anche un risparmio di oltre il 50% dei costi di vacanza, perché il costo dell’alloggio non esiste.

La diffusione di questo tipo di esperienza permette di conoscere paesi e culture diversi in modo responsabile e sostenibile, con un contatto diretto con la vita di tutti i giorni per vivere una vacanza appagante e soddisfacente. Sempre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Benvenuto! Non dimenticare di iscriverti alla Newsletter cliccandoQUI
+