IdealStandard: un altro esempio di workers buyout

L’Ideal Standard rinasce grazie alla cooperativa di soci lavoratori con la cooperativa IdealScala con un presidente ex-operaio

Il Presidente della cooperativa Gian Mario Petozzi, che ha lavorato per 27 anni come operaio nella cooperativa, si dice fiducioso sul futuro della cooperativa da lui guidata. Da lavoratore esperto a  organizzatore di un salvataggio che, adesso, dopo le firme al Ministero dello sviluppo economico, è diventato ufficiale.

L’accordo, racconta Petozzi, è un piccolo miracolo. «E’ stata una trattativa complessa». Se n’è discusso per mesi, e a un certo punto – alla fine del 2014 – sembrava tutto sfumato: troppo rigida la posizione della multinazionale. Poi sono arrivate la mediazione del sindacato, gli interventi della Regione e delle associazioni delle cooperative e la lunga trattativa al ministero.

 IdealScala2

Ideal Standard riconosce alla cooperativa l’uso a titolo gratuito di una parte del fabbricato industriale di Orcenico, un diritto di precedenza nell’acquisto degli asset e un marchio, Senesi, con le relative matrici.

Si parte da 50 posti con e l’obiettivo  di triplicare il numero di addetti in 3 anni e il sogno  di riassorbire tutti.

IdealScala

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Benvenuto! Non dimenticare di iscriverti alla Newsletter cliccandoQUI
+